E' verità universalmente riconosciuta che una fan di Jane Austen desideri diventare come un'eroina dei suoi romanzi!

domenica 26 giugno 2011

Ritratto di signora: Grace Kelly




Grace Kelly nacque a Filadelfia nel 1929, la sua famiglia era tra le più importanti della città. Nonostante il poco entusiasmo della famiglia, la giovane Grace iniziò a provare interesse per il mondo del cinema e dopo aver iniziato come modella approdò sul set nel 1951; in poco tempo divenne una delle attrici più famose dell'epoca grazie a film come Mezzogiorno di fuoco, Mogambo, Il delitto perfetto, La finestra sul cortile, La ragazza di campagna per il quale vinse l'Oscar come migliore attrice nel 1955, Caccia al ladro e Alta società. Bellissima ed elegante fu la musa ideale di Alfred Hitchcock, il quale la soprannominò Ghiaccio bollente. Uno degli ultimi film da lei interpretati dal titolo Il cigno la vedeva impegnata nel ruolo di una principessa... ruolo che di lì a poco avrebbe assunto nella vita reale: infatti, durante le riprese di Caccia al ladro in quel di Montecarlo conobbe il principe Ranieri, i due si innamorarono e si sposarono nel 1956; Grace divenne principessa e si ritirò dal mondo del cinema. La coppia ebbe tre figli: Carolina, Alberto e Stefania. Nel 1982, molti anni dopo l'ultimo ruolo interpretato, Grace stava lavorando ad un nuovo film... ma il destino non permise alla principessa di tornare a brillare sullo schermo: il 13 settembre rimase vittima di un incidente stradale mentre si trovava alla guida della sua macchina insieme a Stefania, la figlia riportò ferite lievi mentre lei riportò due emorragie cerebrali, di cui una molto grave. Grace non riprese mai conoscenza e si spense il giorno dopo; aveva solo 52 anni.

Grace Kelly è considerata una delle più belle e brave attrici di sempre, donna dall'innato fascino ed eleganza, è un modello intramontabile di stile. Un'attrice destinata ad essere una principessa, certamente la principessa dello stile! Il cui mito non può che continuare ad ispirarci!

4 commenti:

Rosa ha detto...

Ciao grazie per questo post,Grace rimarra' sempre nei nostri cuori, come altre attrici morte prematuramente, bellissima e di classe, unica, ciao buon inizio settimana rosa.)

Silvia ha detto...

Grazie a te! Buona settimana!

;-)

Sylvia-66 ha detto...

Ti dirò, mia cara Silvia, Grace e Audrey erano i miei riferimenti estetici: cercavo sempre di ispirarmi a loro per l'elenganza e la classe, anche se non posso dire di esserci riuscita (!!)... resteranno inarrivabili, mitiche.
Di certo, non ho mai smesso di ammirarle, come attrici e soprattutto come donne. Mi affascina sempre pensare che dietro la stella luminosissima che brillava in pubblico, c'era una donna in privato che amava, soffriva, viveva, semplicemente, come tutte noi.

Silvia ha detto...

@Sylvia-66: credo che sia impossibile imitare due donne così, erano uniche! Sì, l'aspetto "umano" dietro alla diva affascina pure me: anche le divine del cinema erano donne come tutte le altre!