E' verità universalmente riconosciuta che una fan di Jane Austen desideri diventare come un'eroina dei suoi romanzi!

lunedì 17 dicembre 2018

Aspettando Il ritorno di Mary Poppins...

C'è grande attesa per Il ritorno di Mary Poppins!

Questi sono tanti coloratissimi poster del film...



























venerdì 14 dicembre 2018

Town & Country: una Demelza contemporanea...

Eleanor Tomlinson è la protagonista di un bel servizio fotografico per il numero di dicembre di Town & Country. Le immagini richiamano le atmosfere di Poldark...

















mercoledì 21 novembre 2018

Revolution Bones



La sigla de I Medici - Lorenzo il Magnifico è Revolution Bones cantata da Skin: si tratta di una rivisitazione di Renaissance, la bellissima canzone della prima stagione!

domenica 18 novembre 2018

I Medici - Lorenzo il Magnifico



1469. Nonostante sia riuscito a sopravvivere a un tentativo di assassinio, Piero de' Medici è troppo vecchio e malato per continuare a gestire Firenze, senza contare la situazione non rosea in cui versa la banca; così con un colpo di coda, doloroso ma necessario, il figlio Lorenzo prende il potere nel tentativo di riportare la stabilità in città. Il giovane Lorenzo è illuminato, intelligente, amante delle arti e sogna di fare di Firenze una Repubblica moderna. Ma Jacopo de' Pazzi, acerrimo nemico dei Medici, trama nell'ombra per rovesciare Lorenzo e non perde occasione per mettergli i bastoni tra le ruote. La rivalità tra le due famiglie è destinata a culminare tragicamente con la Congiura dei Pazzi...

I Medici - Lorenzo il Magnifico costituisce la seconda stagione dell'acclamata serie tv dedicata alla famiglia fiorentina più famosa del Rinascimento. Se la prima stagione era incentrata su Cosimo de' Medici, questi nuovi episodi si collocano una ventina di anni dopo e raccontano l'ascesa del nipote, destinato a passare alla storia come Lorenzo il Magnifico. Il giovane Medici si dimostra da subito un uomo intelligente, giusto, coscienzioso, abile diplomatico e totalmente votato al bene di Firenze e dei suoi abitanti; lavora per creare alleanze vantaggiose per la città e per rendere la Repubblica più moderna. Contrario a ogni forma di scontro, si adopera per mantenere la pace ed evitare qualsiasi conflitto.
Oltre che politico illuminato in grado di gestire il potere con la massima oculatezza, Lorenzo è anche e soprattutto un appassionato di arte, filosofia e poesia: Poliziano e Sandro Botticelli fanno parte della sua cerchia e proprio lui lancerà la carriera del pittore, considerato quasi uno di famiglia.
Lorenzo e il fratello Giuliano simboleggiano il futuro pieno di grandezza che si staglia all'orizzonte per Firenze, ma Jacopo e il nipote Francesco de' Pazzi sono disposti a tutto pur di annientare l'influenza dei Medici. L'ostilità tra le due famiglie esiste da lungo tempo e non viene messa da parte neanche dopo il matrimonio di Bianca de' Medici (sorella di Lorenzo e Giuliano) con Guglielmo de' Pazzi (fratello di Francesco). I Pazzi sono scorretti, senza scrupoli, senza coscienza e tramano nell'ombra per minare la credibilità dei rivali (anche presso il Papa). Tuttavia, nonostante le strategie dei nemici, Lorenzo riesce sempre a trovare una soluzione e mantenere la sua influenza. Quando appare chiaro che mettere fuori gioco i Medici è praticamente impossibile, i Pazzi decidono di toglierli di mezzo in maniera definitiva; il piano è semplice: uccidere nello stesso momento Lorenzo e Giuliano e prendere il potere in città. Così domenica 26 aprile 1478 va in scena la Congiura dei Pazzi, i due fratelli vengono aggrediti all'interno del Duomo di Firenze durante la messa: Giuliano muore, mentre Lorenzo riesce a riparare in sagrestia e a salvarsi. Dunque, non solo i Pazzi non riusciranno a prendere il controllo della città, ma il sopravvissuto Lorenzo risponderà senza pietà al massacro ordinando la morte di Jacopo e di Francesco - oltre che degli altri congiurati - e la totale cancellazione della famiglia rivale dalla vita di Firenze. Con il popolo fiorentino completamente schierato dalla parte di Lorenzo, la Congiura dei Pazzi segna - anche se tragicamente - il trionfo del Magnifico invece della sua disfatta.

Questa seconda stagione de I Medici si dimostra all'altezza della prima: riuscendo a raccontare in maniera avvincente, appassionante e con il ritmo tipico delle serie tv americane le vicende dei protagonisti. Oltre a narrare le gesta e la grandezza di Lorenzo il Magnifico, la serie racconta l'amore tragico tra Giuliano de' Medici e Simonetta Vespucci, amore celato nelle opere di Botticelli (il quale renderà immortale Simonetta, considerata la donna più bella del Rinascimento, ritraendola quale figura centrale in molti suoi quadri); proprio il pittore è il protagonista della bellissima scena finale dell'ultimo episodio, grazie ad un momento che sancisce la rinascita dopo l'attimo di follia che ha insanguinato Firenze.
Ancora una volta le location sono uniche! I costumi sono curati nei minimi dettagli. La colonna sonora è fantastica (soprattutto la sigla). Il cast (completamente rinnovato - a parte qualche cameo) è perfetto! Daniel Sharman nel ruolo di Lorenzo è il degno "erede" del Cosimo di Richard Madden (sia per fascino sia per bravura) e grazie al meraviglioso episodio finale riesce ad avere quella scena madre che gli era un po' mancata in tutta la stagione. Bravissimo anche Bradley James nel ruolo di Giuliano (il mio personaggio preferito), vero eroe simpatico, innamorato e tragico della serie. Perfetti anche Sean Bean e Matteo Martari nei panni di Jacopo e Francesco.

I Medici - Lorenzo il Magnifico è una serie bellissima! Un evento che sa impreziosire un'intera stagione televisiva grazie ad un prodotto di qualità come se ne vedono pochi. Si tratta sicuramente di uno sceneggiato molto romanzato, ma in grado di riportare sullo schermo la grandezza di un personaggio e di una famiglia che hanno fatto la storia! E questi Medici dal respiro internazionale non deludono mai!
La terza stagione (ancora incentrata sulla figura di Lorenzo il Magnifico) è in lavorazione e senza dubbio non mancherà di appassionare e coinvolgere come di consueto!

Voto: 9

sabato 17 novembre 2018

Quando la Disney incontra il mondo del balletto...

Non solo Lo Schiaccianoci e i Quattro Regni, anche un altro classico Disney è arricchito dalle indimenticabili musiche di un balletto: La bella addormentata nel bosco.

Questa è la copertina della colonna sonora...



mercoledì 14 novembre 2018

I costumi de Lo Schiaccianoci e i Quattro Regni

I costumi de Lo Schiaccianoci e i Quattro Regni sono davvero favolosi!

















giovedì 8 novembre 2018

Lo Schiaccianoci e i Quattro Regni



È la vigilia di Natale, ma la giovane Clara non si sente in vena di festeggiare perché troppo addolorata per la morte della madre, ciononostante il padre distribuisce i doni che la moglie gli aveva detto di consegnare ai figli e la ragazza si ritrova a dover aprire un misterioso carillon a forma di uovo sprovvisto dell'apposita chiave. Più tardi, alla festa di Natale di Drosselmeyer, Clara chiede aiuto all'eccentrico inventore per trovare la chiave del carillon, ma l'anziano signore apparentemente sembra non poterla aiutare. Solo quando inizia la caccia ai doni di Natale preparati da Drosselmeyer, Clara seguendo il filo dorato che reca il suo nome riesce a individuare la chiave ma si ritrova catapultata in un mondo sconosciuto e misterioso; lì incontra dapprima un dispettoso topolino, poi un soldato schiaccianoci e infine al castello fa la conoscenza dei reggenti di tre regni incantati: la Fata Confetto della Terra dei Dolci, Biancospino della Terra dei Fiori e Brivido della Terra dei Fiocchi di Neve. La Fata Confetto racconta a Clara che è stata sua madre a creare il loro mondo e a dare la vita a ognuno dei suoi abitanti e che tutto filava liscio finché la reggente del Quarto Regno, Madre Cicogna, non ha dichiarato guerra pur di dominare su tutti. A quel punto, Clara decide di attraversare il Quarto Regno per recuperare la sua chiave e mettere fine alla guerra voluta da Madre Cicogna... ma niente è come sembra...

Lo Schiaccianoci e i Quattro Regni è il nuovo live action Disney e trae ispirazione sia dal celebre balletto sia dal racconto originale pubblicato nel 1816. Il film è incentrato sulla magica e sorprendente notte di Natale vissuta da Clara che si ritrova a vivere una incredibile avventura in un mondo incantato e misterioso, che scoprirà essere stato creato dalla madre inventrice, la quale ne era persino la regina! Si tratta di un mondo in cui i giocattoli e i sogni hanno preso vita, di un mondo pieno di fiori, dolci, alberi innevati, colori, danze e fantasia. Un vero mondo in cui i sogni diventano realtà! Purtroppo però quel luogo idilliaco è minacciato dall'inquietante Madre Cicogna, reggente del famigerato Quarto Regno - un tempo conosciuto come la Terra dei Divertimenti -, la quale intende soggiogare tutti quanti alla sua tirannia. Per fermare tale minaccia e recuperare la chiave che le consentirebbe di aprire il carillon della madre, Clara (convinta dalle suppliche della Fata Confetto) decide di recarsi nel Quarto Regno per affrontare Madre Cicogna. Tuttavia, quella che sembra una situazione fin troppo chiara finisce per essere completamente capovolta perché nel corso della sua eroica impresa, la ragazza scoprirà che le apparenze ingannano e che niente è come appare in superficie: infine scoprirà che a minacciare quel mondo magico non è Madre Cicogna ma qualcun altro, qualcuno di insospettabile...

Lo Schiaccianoci e i Quattro Regni è il classico racconto fiabesco fatto di regni magici, eroi e villain. Però si tratta soprattutto di un film che mette al centro la ricerca della vera identità della protagonista, la quale ferita dalla morte della madre si sente abbandonata e non in grado di trovare la forza per andare avanti; inizialmente delusa da ciò che il carillon misterioso nasconde, Clara solo dopo aver superato le sue paure troverà il coraggio di essere se stessa e di seguire le parole della madre, riuscendo infine a salvare i Quattro Regni dalla tirannia. Come in ogni film Disney che si rispetti, l'avventura di Clara si rivela un prezioso percorso di crescita che la porterà anche a comprendere il dolore del padre, che lei aveva creduto distante e incurante dinanzi al loro lutto; in questo modo il film rinnova il tema del valore della famiglia in special modo nel periodo natalizio.
Lo Schiaccianoci e i Quattro Regni è anche una pellicola che sembra suggerire di non lasciarsi ingannare dalle apparenze e da ciò che vogliono farci credere. Dal momento che in apparenza sembra che sia Madre Cicogna a minacciare i Quattro Regni: quando invece la vera minaccia è rappresentata dal personaggio più insospettabile di tutti.

Lo Schiaccianoci e i Quattro Regni è un bel film! Visivamente incredibile e coloratissimo, in grado di creare un mondo incantato dove la fantasia può tutto! Sicuramente è una pellicola in cui il CGI la fa da padrone, ma senza soffocare troppo il risultato (come si vede spesso in film di questo genere); è vero, inoltre, che forse la trama ha un che di già visto e non risulta essere particolarmente innovativa (a parte forse per il colpo di scena finale) e che avrebbe potuto (e dovuto) trarre maggior ispirazione dal bellissimo racconto originale, però trattandosi di una rivisitazione non poteva esimersi dal proporsi quale versione alternativa rispetto alle tante già prodotte in passato.
Le ambientazioni e le scenografie sono spettacolari. I costumi sono magnifici (soprattutto il vestito della Fata Confetto e l'outfit da soldato di Clara). La colonna sonora emoziona ad ogni nota grazie alle leggendarie musiche del balletto! Pura magia è la scena del balletto (compreso quello che si vede nei titoli di coda) grazie alla bravura di Misty Copeland! Ottimo il cast: Mackenzie Foy è una perfetta Clara, bravissima come sempre Helen Mirren nel ruolo di Madre Cicogna e perfetto anche Morgan Freeman nel ruolo dell'eccentrico Drosselmeyer. A spiccare particolarmente è però la Fata Confetto di Keira Knightley: l'attrice è alle prese con un ruolo per certi versi inedito per lei e la sua interpretazione sopra le righe sa rendere il suo personaggio davvero il più sorprendente e inaspettato di tutto il film!

Lo Schiaccianoci e i Quattro Regni è una pellicola forse imperfetta, una pellicola che osa reinventare in gran parte uno dei classici natalizi più amati in assoluto: tuttavia la magia Disney sa cogliere di nuovo nel segno! Pur nelle sue imperfezioni, è un film che sa commuovere e divertire; certo, non mancano le recriminazioni per un colpo di scena poco ortodosso... eppure la musica de Lo Schiaccianoci ci guida in un mondo ricco di fantasia in cui ogni sogno è possibile!

Voto: 8



mercoledì 31 ottobre 2018

La colonna sonora de Lo Schiaccianoci e i Quattro Regni



Uno dei punti di forza de Lo Schiaccianoci e i Quattro Regni è la colonna sonora: infatti nel film sono presenti le celebri musiche del balletto! Inoltre, Andrea Bocelli e il figlio Matteo cantano Fall on me, la canzone dei titoli di coda!

Le musiche de Lo Schiaccianoci...




La versione italiana di Fall on me...




E la versione in inglese...



domenica 28 ottobre 2018

Aspettando Lo Schiaccianoci e i Quattro Regni...

Ecco i poster dedicati ai personaggi de Lo Schiaccianoci e i Quattro Regni!





























venerdì 26 ottobre 2018

Lo Schiaccianoci e i Quattro Regni: trailer e non solo...

Il 31 ottobre arriverà nelle sale Lo Schiaccianoci e i Quattro Regni, il nuovo live action Disney. Il film è ispirato sia al famoso balletto sia al racconto originale.
Clara, la protagonista della vicenda, si ritroverà a visitare quattro regni magici e a dover mettere fine ad una guerra, incontrando sul suo cammino tanti personaggi: come la Fata Confetto, re e ballerine. Il ricco cast comprende Keira Knightley, Helen Mirren, Morgan Freeman, Misty Copeland e Mackenzie Foy.
Sembra un film molto interessante!

Questi sono i trailer...






I trailer in lingua originale...






Alcuni poster ufficiali...
















Qualche immagine del film...