E' verità universalmente riconosciuta che una fan di Jane Austen desideri diventare come un'eroina dei suoi romanzi!

domenica 1 maggio 2016

venerdì 29 aprile 2016

Un pittore francese



Ritratto di Anna Obolenskaja, 1887

Carolus-Duran, 1837-1917

mercoledì 27 aprile 2016

Shakespeare in Love



Londra, 1593. Will Shakespeare è in preda al classico blocco dello scrittore e non riesce a venire a capo della sua ultima fatica: Romeo e Ethel, la figlia del pirata. Ma grazie al tormentato e contrastato amore per la bella Viola - amante della poesia e aspirante attore - Shakespeare troverà l'ispirazione per scrivere una delle sue opere più celebri, Romeo e Giulietta.

Film del 1998 vincitore di 7 premi Oscar, Shakespeare in Love è il racconto super romanzato della nascita del capolavoro shakespeariano Romeo e Giulietta; infatti, il film immagina che lo stesso Bardo abbia vissuto una storia d'amore clandestina e osteggiata per una donna destinata a sposare un altro uomo e che sia stata tale vicenda a ispirare scena dopo scena la sua opera. Ovviamente non è andata così, ma l'amore contrastato di Will e Viola ha il pregio di omaggiare la storia di Romeo e Giulietta.
Shakespeare in Love è una pellicola romantica e appassionante con due ottimi protagonisti come Gwyneth Paltrow e Joseph Fiennes, però indubbiamente si tratta di un film un tantino troppo sopravvalutato in quanto a premi vinti: in fondo la trama non è così originale e innovativa e in generale pur essendo un bel film... non è il capolavoro che il numero di statuette vinte fa credere.
E' un film perfetto per chi ama le storie romantiche e per chi ama l'opera shakespeariana.

Voto: 7,5



domenica 24 aprile 2016

Grace e Ranieri, i 60 anni del matrimonio del secolo

Questa settimana si è celebrato il 60esimo anniversario del matrimonio del principe Ranieri con Grace Kelly. Era infatti il 19 aprile 1956 quando la bellissima attrice sposò il principe di Monaco abbandonando definitivamente la sua carriera hollywoodiana per diventare principessa. L'evento - uno dei primi eventi mediatici trasmessi in tv - fu soprannominato "il matrimonio del secolo" e tutto il mondo sognò nel vedere le immagini delle nozze. L'abito da sposa di Grace era stato disegnato dalla famosa costumista americana Helen Rose e Ranieri era affascinante nella sua divisa.
Dopo sessanta anni le immagini in bianco e nero del matrimonio di Grace e Ranieri fanno ancora sognare...























Le immagini del matrimonio civile del 18 aprile...









Vari eventi nei giorni precedenti al matrimonio...















L'arrivo di Grace a Monaco...



sabato 23 aprile 2016

William Shakespeare, 400 anni dopo



Non sia mai ch'io ponga impedimenti all'unione di anime fedeli;
Amore non è Amore se muta quando scopre un mutamento
o tende a svanire quando l'altro s'allontana. Oh no! Amore
è un faro sempre fisso che sovrasta la tempesta e non vacilla mai;
è la stella-guida di ogni sperduta barca, il cui valore è sconosciuto,
benché nota la distanza. Amore non è soggetto al Tempo,
pur se rosee labbra e gote dovran cadere
sotto la sua curva lama; Amore non muta in poche ore o settimane,
ma impavido resiste al giorno estremo del giudizio: se questo è errore
e mi sarà provato, io non ho mai scritto, e nessuno ha mai amato.

William Shakespeare, Sonetto 116




Oggi ricorre il 400esimo anniversario della morte di William Shakespeare (1564-1616) il più grande poeta e drammaturgo di tutti i tempi. Shakespeare ha segnato la sua epoca, ma tale è la forza e la bellezza delle sue tragedie, delle sue commedie e dei suoi sonetti da rendere le sue opere attuali in ogni epoca: infatti ancora oggi i suoi lavori sono fonte inesauribile di ispirazione e di ammirazione! I personaggi creati da Shakespeare dopo oltre 400 anni hanno ancora il potere di svelare con grande lucidità il mondo, le persone, la vita... il Bardo è riuscito come pochi a inquadrare i segreti della natura umana e a raccontarli alla perfezione, per questo continuiamo ad amare le sue opere e a rispecchiarci nei suoi personaggi!
Con ammirazione e gratitudine festeggiamo questo importante anniversario con la consapevolezza che l'opera shakespeariana non smetterà mai di parlare al mondo!

venerdì 22 aprile 2016

I 90 anni della regina Elisabetta

Ieri Elisabetta II, la regina dei record, ha compiuto 90 anni. Un compleanno importante per una sovrana che detiene già il record di longevità sul trono britannico e dimostra di avere tutta l'intenzione di regnare ancora a lungo! Corona o non corona, compiere 90 anni è un traguardo importante per chiunque! Ma nessun sovrano ha mai festeggiato un simile compleanno e quindi tale avvenimento assume un significato ancora più storico! A questo punto, chissà quale sarà il prossimo record della regina Elisabetta: perché senz'altro ne raggiungerà molti altri!
Happy Birthday, Your Majesty!











giovedì 21 aprile 2016

Charlotte Brontë, 1816-2016: 200 anni e non sentirli



Charlotte Brontë nasce il 21 aprile 1816: una data destinata a rimanere nella storia della letteratura inglese. Charlotte nasce in un contesto familiare vivace, formato da personalità amanti della scrittura e dell'arte, ma è anche un contesto funestato da svariate tragedie che influenzeranno la poetica della futura autrice. Charlotte nasce anche e soprattutto nello Yorkshire: un luogo pieno di suggestioni e leggende in cui è facile trovare l'ispirazione giusta per quella letteratura romantica piena di brughiere tormentate, di misteriose tenute e di personaggi indecifrabili. Cresciuta tra le storie di fantasmi della governante e tra i racconti scritti insieme al fratello e alle sorelle, Charlotte è destinata a fare grandi cose, indubbiamente. Ma è soprattutto la sua vita ad essere un romanzo: troppo presto perde la madre e le due sorelle più grandi, la sua salute viene minata irrimediabilmente, vive un amore infelice e non corrisposto a Bruxelles per quel Constantin Héger che sarà modello dei suoi eroi maschili; non solo, è lei stessa governante e infine scrittrice... o meglio, scrittore: perché il mondo amerà la sua opera e la crederà scritta da un uomo di nome Currer Bell. Conosce un clamoroso successo con Jane Eyre (dopo l'iniziale rifiuto di farsi pubblicare Il professore, uscito postumo nel 1857), poi darà alle stampe Shirley e Villette. Nel frattempo ha visto morire Branwell, Emily ed Anne: menti piene di talento come la sua. Infine, non più giovanissima sposa il reverendo Arthur Bell Nicholls e sembra che il romanzo della sua vita possa avere il lieto fine... ma muore prima di compiere 39 anni il 31 marzo 1855 incinta di sette mesi.
La vita di Charlotte Brontë è indubbiamente un romanzo, con tutto quello che rende appassionante un romanzo: le origini umili, il talento, l'amore non corrisposto, il successo, le tragedie e il lieto fine che si dimostra però un'illusione. La sua è stata una vita che in meno di quarant'anni ha lasciato un segno indelebile, una vita che ha saputo proiettarsi al futuro perché la sua eredità letteraria e umana è sopravvissuta a lei, fino ad oggi.
L'opera di Charlotte Brontë, piena di spunti di riflessione, di atmosfere sfuggenti, di temi sociali e soprattutto di eroine coraggiose e coerenti e di eroi indimenticabili, è un dono di cui fare tesoro per il futuro: perché si tratta di una ricchezza che svelerà ancora domani tutto il suo inestimabile valore!
Oggi che ricorre il bicentenario della nascita di Charlotte Brontë non possiamo che guardare con ammirazione alla sua opera e ringraziarla per i doni che ci ha lasciato attraverso i suoi romanzi e attraverso la coerenza della sua vita, quella sua vita che è forse il romanzo più mirabile di tutti.
Tanti auguri Currer Bell, tanti auguri Charlotte!