E' verità universalmente riconosciuta che una fan di Jane Austen desideri diventare come un'eroina dei suoi romanzi!

giovedì 9 giugno 2011

Cimitero acattolico di Roma




Dopo aver parlato della casa in cui morì Keats, stavolta vediamo dove si trova la sua tomba: nel Cimitero acattolico di Roma. Il cimitero si trova a Testaccio, al lato della Piramide Cestia. Come suggerisce il nome, nel cimitero trovano eterno riposo le persone di altre religioni (è conosciuto anche come Cimitero dei protestanti o Cimitero degli inglesi) e in particolar modo moltissime personalità del mondo dell'arte e della cultura. Sembra che la prima sepoltura, quella di uno studente di Oxford, risalga al 1738, ma il cimitero fu aperto ufficialmente nell'ottobre del 1821. Come dicevo, trovano riposo nel cimitero tanti nomi noti del passato e quindi più che un cimitero, quando lo si visita, sembra di andare ad incontrare alcune tra le migliori menti della storia. E' senza dubbio un luogo molto suggestivo ed emozionante, quasi senza tempo, come se lì il tempo si sia fermato. E' un "viaggio" che consiglio perché è un modo per avvicinarsi per un istante ad anime del passato che non sono mai veramente morte...

Link: Wikipedia


Ecco alcune immagini.








Questa è la tomba di Keats, la particolarità è che sulla lapide non c'è scritto il nome del poeta, l'epitaffio recita così: Questa tomba contiene i resti mortali di un GIOVANE POETA INGLESE che, sul letto di morte, nell'amarezza del suo cuore, di fronte al potere maligno dei suoi nemici, volle che fossero incise queste parole sulla sua lapide: "Qui giace uno il cui nome fu scritto sull'acqua".










Poco distante dalla tomba di Keats c'è una lastra di marmo a lui dedicata che contiene questa frase in risposta dell'epitaffio: Keats! Se il tuo caro nome fu scritto sull'acqua, ogni goccia è caduta dal volto di chi ti piange.








Questo è il dettaglio dell'iscrizione

E ora vediamo le altre tombe.







Non so chi sia questo Francis D'arcy Godolphin Osborne... però sono rimasta colpita da questa persona, soprattutto perché quel D'arcy mi ricorda qualcosa...







Questa è la tomba di Shelley






Questa è la tomba dell'attrice inglese Belinda Lee






Tomba di Gregory Corso, poeta della Beat Generation






L'Angelo del dolore è la scultura più bella e famosa del cimitero, fu creata dallo scultore William Wetmore Story in onore della moglie, in seguito anche lui è stato sepolto nella medesima tomba






Un'altra delle tombe più suggestive, bellissima l'iscrizione: Ella passò da un dolce sogno d'amore alla vita degli angeli







Tomba del figlio di Goethe







Tomba di Gramsci






Tomba dello scrittore Carlo Emilio Gadda






Tomba del poeta argentino Juan Rodolfo Wilcock







Tomba della poetessa Amelia Rosselli






Tomba della scrittrice Luce d'Eramo

9 commenti:

Francesca D. ha detto...

E' uno dei miei luoghi di pace quando sono nella Città Eterna, ci vado spesso, soprattutto quando sono sola, e siedo sulla panchina davanti alla tomba di Keats. Incredibilmente, è quasi sempre semi deserto...
Silvia, qualche volta dovremmo vederci, vista la mole di cose che abbiamo in comune!!

Silvia ha detto...

In effetti, è sempre vuoto... ma questo probabilmente perché in pochi sanno che si trova lì....

Ehehehehehe, hai ragione!!!!! Abbiamo veramente tantissime passioni in comune!!!!

;-)

TuristadiMestiere ha detto...

la scultura dell'angelo del dolore è straziante...

*Maristella* ha detto...

Mamma mia, mi vengono i brividi, è un post fantastico!! Alcuni cimiteri sono dei veri e propri musei a cielo aperto!! Ti ringrazio ed un caro saluto, *Maristella*.

Federica ha detto...

cavolo quando sono venuta a roma l'ultima volta mia sorella ha insistito per andare in questo cimitero per la morte di keats... un po' la fretta e la stanchezza del viaggio (eravamo arrivate a roma alle 6 del mattino!) e l'abbiamo girato senza soffermarci su tutti questi nomi... ma ricordo di aver stretto amicizia con un bel micione romano :)

Silvia ha detto...

@TuristadiMestiere: è vero...

Grazie della visita!

@Maristella: Grazie! Sì, questi cimiteri monumentali sono davvero dei luoghi suggestivi!

@Federica: beh, per visitarlo tutto ci vorrebbero diversi giorni, farlo in poco tempo non permette di vedere tutto! Inoltre, ci sono così tante tombe che si rischia di perdersi, persino con la cartina alla mano è difficile localizzare i personaggi famosi che si vuole cercare. Sì, i gatti romani sono famosissimi!!!

Vele Ivy ha detto...

Questo è un posto gotico da morire e tremendamente affascinante. Avevo già visto delle foto dell'angelo del dolore e ne ero rimasta incantata... è una scultura che mi lascia senza fiato.

Silvia ha detto...

@Vele Ivy: sembra di trovarsi in un'altra epoca! E' una scultura talmente eccezionale che la foto nemmeno le rende giustizia, bisogna vederla dal vivo per ammirarla appieno!

Beauty and the Beast ha detto...

Ciao! Grazie per aver votato da me :)) A questo proposito, passa quando puoi...ci sono delle novità...
A presto, buona domenica ^^