E' verità universalmente riconosciuta che una fan di Jane Austen desideri diventare come un'eroina dei suoi romanzi!

domenica 12 dicembre 2010

Il grande Gatsby


Oggi vi parlo di un bellissimo film tratto da un bellissimo romanzo di F. Scott Fitzgerald: Il grande Gatsby del 1974. Una storia d'amore tormentata e tragica. Robert Redford è Gatsby un uomo che con mezzi a dir poco illeciti è diventato ricchissimo e vuole riconquistare l'amore di Daisy, amata anni prima, la quale non l'aveva aspettato e aveva sposato poi un altro uomo. L'ossessione, o più propriamente l'amore puro, di Gatsby lo porterà a comprare una casa vicino a quella di lei e a inseguire quel sogno d'amore che dalla loro breve stagione felice che li avvicinò non ha mai dimenticato. La sua riconquista dell'amore perduto finirà in tragedia, forse segnando la grande illusione di Gatsby che pensava di poter vivere ancora una volta quella breve stagione felice. Ambientato durante i Ruggenti Anni Venti si aggira attorno alla tematica della solitudine, dell'incomunicabilità fra individui e secondo me sull'illusione; l'illusione di Gatsby che insegue per anni un fantasma fino a morirne... In effetti, Daisy è rappresentata come una donna sciocchina e frivola che all'inizio sembra illudersi di essere felice del ritorno di Gatsby... ma che alla fine si rivela incapace di avere il coraggio di stare con lui e che è la causa in qualche modo della sua tragica fine, e di restarne, per di più, totalmente indifferente. Ho sempre considerato Gatsby una sorta di conte di Montecristo moderno vittima della sua stessa purezza e illusione, destinato comunque alla solitudine e alla sconfitta.
Questo film è davvero molto bello, caratterizzato da colori pastello sul tono del bianco e del lilla, da una fotografia delicata, con una splendida Mia Farrow nel ruolo di Daisy. La mia scena preferita si svolge in casa di Gatsby ed è un tripudio di colori: il padrone di casa mostra a Daisy e all'amico Nick Carraway le sue camicie e inizia a prenderle una ad una e a gettarle in aria... fino a che la cabina armadio si riempie di stoffa fluttuante di tutte le tonalità del viola! Una scena meravigliosa!
Consiglio questo film agli amanti delle ambientazioni anni Venti!
Voto: 7,5
Link: video






Consiglio naturalmente la lettura del romanzo di Fitzgerald: uno dei capolavori del 900!
Voto: 9
Tra l'altro è in programma una nuova versione cinematografica de Il grande Gatsby per la regia del mio caro Baz "Moulin Rouge" Luhrmann con Leonardo DiCaprio nel ruolo di Gatsby e la giovane Carey Mulligan (già Kitty Bennet in Orgoglio e pregiudizio e nominata all'Oscar per la sua interpretazione in An Education) nel ruolo di Daisy. Mi aspetto che sia un grande film visto il regista!

3 commenti:

Vele/Ivy ha detto...

WOW! non conoscevo questo film, ma devo dire che sembra molto bello e anche interessante visto il collegamento letterario. E devo dire che mi interessa pure la nuova trasposizione che ne verrà fatta...

Silvia ha detto...

E' un film che merita! Forse non si conosce tantissimo perché è un po' datato... ma merita di essere visto!

;-)

katiu ha detto...

L'avrò vista .. uhm .. una ventina di anni fa :)