E' verità universalmente riconosciuta che una fan di Jane Austen desideri diventare come un'eroina dei suoi romanzi!

mercoledì 23 gennaio 2013

Ritratto di signora special edition: Elizabeth Bennet



Elizabeth è la seconda delle sorelle Bennet nonché la preferita di papà. Vivace, intelligente e dotata di buonsenso è lei forse il vero pilastro di casa... e non potrebbe essere diversamente con una madre alle prese con "i suoi poveri nervi", un padre dallo spirito un po' troppo corrosivo, una sorella maggiore timida e bonacciona e tre sorelle minori o troppo avventate o troppo bacchettone; in questo contesto, spicca lo spirito frizzante e arguto di Lizzy, dama Regency dalla grande personalità, dalla grande vita interiore e caratterizzata dal rifiuto per quello che dovrebbe essere il suo ruolo in quanto fanciulla senza mezzi dell'Inghilterra di inizio Ottocento. Per questo Elizabeth è uno spirito libero, una ragazza che rifiuta i compromessi, desiderosa di vivere a modo suo; in cerca della sua strada e del suo destino, però, pecca di eccessiva sicurezza di sé... al punto che questo la porta a diversi errori di valutazione. Pensando erroneamente che le prime impressioni siano quelle giuste, arriva a sbagliare giudizio su più di un personaggio e ciò porta a conseguenze spesso disastrose, sofferenza e soprattutto al peggioramento dei poveri nervi della povera Mrs Bennet! Il suo pregiudizio iniziale fa sì che non riesca ad andare oltre le apparenze e a vedere tutte le nobili qualità nascoste nell'animo di Mr Darcy e solo quando verrà messa davanti all'evidenza riuscirà, infine, a comprendere i suoi errori e a crescere. Sì, Elizabeth si sbaglia di grosso, ma sa anche ammettere i suoi sbagli e sa trarne il giusto insegnamento: comprende che la sua arguzia non è infallibile e comprende che nella vita si può sempre migliorare e mettere le proprie migliori qualità al servizio del giusto! Il suo è un percorso di crescita non indifferente, prezioso e importante perché infine viene premiata con l'amore, un amore sofferto e inizialmente fuggito... ma come si suol dire "chi disprezza compra"!
Elizabeth è anche una ragazza dal cuore d'oro, sempre presente quando se ne ha bisogno: vicina più di tutte alla sorella Jane, la conforta, la sostiene e le dà supporto nel periodo di dolore per la separazione da Bingley; è lei a spronare Jane a non arrendersi e ad avere fiducia nell'amore del gentiluomo, è lei ad aprire gli occhi alla sorella rispetto al cattivo comportamento di Miss Bingley, è lei a proteggere la sorella sempre e comunque e a non farle mai mancare il suo affetto. Elizabeth per la sorella e per le persone che ama farebbe qualsiasi cosa. Anche in occasione del matrimonio di Charlotte con il tremendo Mr Collins, benché lei sia contraria, non fa mai mancare il suo affetto e sostegno alla cara amica.
Appassionata di lunghe passeggiate nella brughiera dopo la pioggia, dotata di bellissimi occhi brillanti e amante della lettura, anche se non viene considerata una grande bellezza come Jane e a detta di qualcuno è addirittura appena passabile, Elizabeth è una ragazza speciale, piena di risorse, di entusiasmo e di ironia... nonché la creatura più felice al mondo! Perché quando si ha l'amore dell'uomo dei sogni e si è la padrona di un luogo come Pemberley... niente può turbare una simile felicità!



11 commenti:

Strawberry ha detto...

Bella Elizabeth! Insieme a Emma la mia eroina preferita di Zia Jane! ^^

Silvia ha detto...

Ehehehehe, già! Sono due forze della natura!!!

;-)

Eleonora ha detto...

"a detta di qualcuno è pure appena passabile" :)) chissà di chi!

Bellissimo ritratto della mia/nostra Lizzy, buon duecentenario Silvia!

Pupottina ha detto...

bicentenario di un grande classico di cui è giusto ricordare i personaggi

Ophelinha ha detto...

mi piace pensare che Lizzie sia un po' il prototipo dell'eroina del romanzo moderno. La sua vivacità di spirito, il suo disprezzo delle convinzioni sociali e del parere altrui, la giocosità con cui si burla degli altri e di se stessa, la determinazione con cui sceglie e persegue l'amore mi ricordano un'altra eroina a me molto cara, Anna Karenina.

Silvia ha detto...

@Eleonora: ehehehehehe, chissà!!!! Grazie! Buon bicentenario a te!

@Pupottina: ehh, sì, Orgoglio e pregiudizio è un evergreen!!!

@Ophelinha: infatti! Indubbiamente Lizzy è la prima eroina della letteratura moderna, grazie a lei ci sono state tutte le altre... come Jane Eyre, Anna Karenina, Rossella O'Hara ecc.! Credo che dobbiamo a Jane Austen "l'invenzione della donna moderna"!!!

Anonimo ha detto...

Splendido personaggio quello di Elizabeth!Ciò che la rende così speciale è proprio la sua capacità di fare tesoro dei suoi errori e andare oltre il famoso pregiudizio..inoltre ho sempre ammirato il grande amore che ha per Jane,è sicuramente un modello da seguire nei rapporti tra sorelle :)
Holly

Silvia ha detto...

@Holly: è vero! Credo che in generale nei romanzi di Jane il rapporto tra sorelle sia speciale e sempre valorizzato! Sarà che rispecchia il suo grande affetto per Cassandra!

;-)

Vele Ivy ha detto...

Che bello sarebbe avere una sorella come Elizabeth! Con la sua vivacità e generosità penso sia il massimo averla sempre accanto.
Che dici, non trovi che un pochino assomigli a Ginevra? Magari inconsciamente ci siamo ispirate a lei...

Silvia ha detto...

@Vele Ivy: sì, io ho sempre pensato che Ginevra sia per molti aspetti simile a Elizabeth!!! Non per niente, anche lei ha il suo Darcy...

;-)

Vele Ivy ha detto...

Sì, infatti ci ho riflettuto e Domhnall sembra per molti aspetti un Darcy al cubo! ;-)
Tra l'altro anche lui ha una sorella amatissima che protegge... tutte queste coincidenze le noto solo ora o___O