E' verità universalmente riconosciuta che una fan di Jane Austen desideri diventare come un'eroina dei suoi romanzi!

giovedì 14 aprile 2016

Jane Eyre



Jane Eyre, eroina tra le più meravigliose della letteratura mondiale, ne deve passare di tutti i colori prima di ottenere il meritato lieto fine. Orfana, passa l'infanzia prima nella casa della perfida zia Mrs Reed e poi nella famigerata Lowood, in seguito da adulta trova lavoro presso la misteriosa Thornfield Hall e benché sia la scialba (secondo l'altrui opinione) istitutrice riesce a conquistare l'amore del tormentato Mr Rochester: ma prima di poter essere felice con il suo amato dovrà vedersela con gli spettri del passato di lui, con la moglie pazza rinchiusa in soffitta e con una serie ulteriori vicissitudini...

Pubblicato nel 1847, Jane Eyre è il romanzo più famoso di Charlotte Brontë. Una vera e propria pietra miliare della letteratura inglese e della letteratura mondiale tutta. Un romanzo di una forza, di una lucidità, di una potenza che a distanza di quasi centosettanta anni non smette di affascinare e appassionare. Jane Eyre è la povera, brutta e oscura protagonista della vicenda che non ammette di essere sminuita o derisa per le sue origini, ma rivendica il diritto alla dignità che le spetta in quanto essere umano. Nonostante le sofferenze e le umiliazioni, Jane non si lascia mai cambiare e riesce a rimanere fedele a se stessa e al suo cuore, senza mai avere la tentazione di cedere alla cattiveria. Così Jane è la degna eroina di questo romanzo fatto di luci e ombre (entrambe importanti) e riesce ad alternarsi, in quanto a chiaroscuri, con il protagonista maschile: quel Mr Rochester ricco e affascinante ma tormentato da dolorosi segreti che come fantasmi infestano la sua vita, il suo passato e la sua casa. Rochester, segnato da un matrimonio infelice con una sposa pazza, fugge da se stesso nella speranza di dimenticare... ma l'incontro con quell'oscura creatura indecifrabile che è Jane cambia per sempre la sua vita. Egli capisce di poter amare e di poter essere felice, anche se questo significa fingere che gli spettri non siano comunque presenti. E' tutto un gioco di ombre, di chiaroscuro, di luce e oscurità: Jane arriva da povera e oscura alla corte del ricco Rochester e lui è la luce in grado di salvarla dalle sue sofferenze... ma in seguito tutto si capovolge... perché poi è Rochester che si trasforma in oscurità - dopo l'abbandono di Jane e l'incendio che distrugge Thornfield Hall e lo ferisce gravemente - e a quel punto è il ritorno di Jane che riporta il sole nella grigia e disperata esistenza di lui. Dopo tormenti e vicissitudini, il coronamento dell'amore tra Jane e Rochester è l'unione della luce e dell'ombra: perché ognuno dei due arricchisce la vita dell'altro con quel bagaglio di gioie e dolori che in coppia di sopporta più facilmente.
Jane Eyre è luce e ombra, sofferenza e riscatto, pazzia e amore vero, lucidità e speranza. Una delle storie d'amore più belle di sempre, con personaggi tra i più belli di sempre, con emozioni e paesaggi meravigliosi e con tutto un immaginario (quello proprio delle sorelle Brontë) unico e indimenticabile.
Jane Eyre è un capolavoro, in poche parole!

6 commenti:

Sara Pugliese ha detto...

Oggi esce in libreria una nuova edizione Bur con le illustrazioni.

Silvia ha detto...

Con le illustrazioni??? *_* non lo sapevo!!!! Grazie dell'informazione!

;-)

Sara Pugliese ha detto...

http://spettacolospettacolare.blogspot.it/2016/04/jane-eyre-di-charlotte-bronte-esce-in_15.html

Silvia ha detto...

Ah, ok!

;-)

vanessa varini ha detto...

Uno dei miei romanzi preferiti!❤

Silvia ha detto...

@vanessa: è impossibile non amarlo!

;-)