E' verità universalmente riconosciuta che una fan di Jane Austen desideri diventare come un'eroina dei suoi romanzi!

sabato 27 ottobre 2012

The Tenant of Wildfell Hall



Helen è una giovane donna in fuga da un marito ubriacone e dissoluto, con il figlioletto Arthur giunge a Wildfell Hall, un'antica quanto tetra dimora, dove spera di poter iniziare una nuova vita, finalmente libera dalle angosce del passato. Ma la gente del posto, senza conoscere il passato doloroso della donna, inizia a parlare male di lei... solo il giovane Gilbert Markham, privo di pregiudizi, riuscirà a comprendere le ragioni di Helen...

Miniserie della BBC del 1996 con, tra gli altri, Toby Stephens The Tenant of Wildfell Hall è tratta dal secondo romanzo di Anne Bronte; è la storia di una donna che compie un grande errore in gioventù, un errore che la porta a indicibili sofferenze... ma un errore che le insegnerà ad essere più saggia e ad avere di nuovo fiducia nel prossimo.

Solitamente Anne, rispetto alle sorelle, è quella più defilata e meno citata, ma se questa miniserie è fedele al romanzo... beh, direi che questa storia è seconda solo a Jane Eyre tra le mie preferenze brontiane! Sono rimasta colpita da questa donna così forte e determinata capace di prendere una decisione sicuramente inaudita per una donna vittoriana, una donna che va avanti per la sua strada e con le sue convinzioni nonostante tutto, nonostante l'ostilità della gente che non riesce ad andare oltre le apparenze. E' una storia che mi ha toccata nel profondo e vorrei tanto che il romanzo fosse facilmente reperibile in italiano, perché questa storia andrebbe riscoperta dai fan delle sorelle Bronte.

Lo sceneggiato è davvero bellissimo, non risente assolutamente del tempo passato, suggestive le atmosfere gotiche, splendida la colonna sonora, bravi i protagonisti... mi è piaciuto tantissimo anche Toby Stephens, attore che in genere non sopporto! 
Una sorella Bronte, una storia e uno sceneggiato tutti da (ri)scoprire!

Voto: 8,5









12 commenti:

*Susycottage* ha detto...

Ma dai!!
Che bello dev'essere, devo cercarlo!!
Grazie Susy x

Veronica Mondelli ha detto...

C'è la serie?? *_*
Io ho scaricato gratuitamente l'ebook da Amazon. In lingua originale. Devo ancora leggerlo, però. Essendo in inglese ho bisogno di essere molto riposata e concentrata. Quanto amo le Brontë!!

laura ha detto...

Silvia questo è davvero un bellissimo regalo che mihai fatto !! Per me le miniseriedella BBC sono davvero delle perle preziose e non sapevo che c'era anche questa. Libro e miniserie arrivoooo! Grazie davvero

Vele Ivy ha detto...

WOW! L'ambientazione è affascinante (adoro le atmosfere gotiche) e le storie di donne forti, che sono riuscite a fare scelte coraggiose nonostante l'epoca, è sempre di grande interesse.

Silvia ha detto...

@Susycottage: grazie! sì, sì, è bellissimo! Lo devi assolutamente vedere!

@Veronica: infatti, vorrei leggerlo anch'io in inglese... solo che mi piacerebbe fosse reperibile anche in italiano perché è una storia che merita di essere conosciuta! La trovo assai più interessante di Agnes Grey!

@laura: ehehehehe, grazie!!! Anch'io adoro le miniserie BBC e questa è una delle più belle!

Silvia ha detto...

@Vele Ivy: anch'io amo questo genere di storie e questo è davvero un racconto affascinante!

Irene Marziali Ragghianti ha detto...

Anche a me + piaciuto moltissimo questo sceneggiato. L'ho visto alcuni mesi fa grazie al canale youtube "MsEliflora" e l'ho apprezzato per la delicatezza ed al contempo la convinzione con cui racconta questa coinvolgente storia scritta dalla, ahimé, dimenticata Anne Bronte. Il libro avevo già avuto modo di leggerlo in passato - naturalmente in lingua originale perché in italiano è abbastanza raro - e mi aveva subito appassionata. Anne ha avuto davvero grande coraggio e forza interiore per scrivere ai suoi tempi e nella sua circostanza personale un racconto di questo tipo. Solo per questo, se non anche per il suo a mio avviso grande talento, dovrebbe essere ricordata al pari delle altre due Bronte.

Silvia ha detto...

@Irene: sono d'accordo con te!

Anonimo ha detto...

Nonostante il mio amore per le Bronte questo romanzo non l'ho mai letto..ce l'ho sullo scaffale però!!!Complice la miniserie dovrò proprio mettermi a leggerlo prima o poi,sai che preferisco prima il libro e poi il film :)
Holly

Silvia ha detto...

@Holly: ehhhh, sì, è sempre meglio leggere il libro prima, in effetti! Comunque, leggerò anch'io il libro! Comunque, appena leggerai il libro, poi recupera la miniserie: merita!!!

laura ha detto...

Visto lo sceneggiato..davvero molto bello e concordo con te Silvia che merita la stessa dignità delle altre opere piu' famose. Davvero luciferino il marito, molto belli i paesaggi. Trovo nella rudezza dei personaggi riscontro delle descrizioni delle popolazioni dello Yorkshire che fa E. Gaskell nella biografia delle sorelle Bronte. E adesso alla ricerca del libro..

Silvia ha detto...

@laura: sono contenta che ti sia piaciuto! Sì, sono sicura che le Bronte nel descrivere i personaggi traessero ispirazione da quella che era la realtà delle gente dell'epoca...