E' verità universalmente riconosciuta che una fan di Jane Austen desideri diventare come un'eroina dei suoi romanzi!

mercoledì 9 novembre 2011

Appena dopo la pioggia... e poco prima del sole: vi racconto il mio romanzo!

disegno realizzato da Chiara Moriconi


Nel 2008 sono riuscita a realizzare uno dei miei più grandi sogni: pubblicare un romanzo! Un'esperienza unica, perché scrivere un libro e seguire le fasi della pubblicazione è un po' come veder crescere un figlio! E' risaputo che gli scrittori hanno un legame quasi affettivo con i propri libri. Dopo la pubblicazione del mio romanzo ho partecipato a diverse presentazioni e fiere del libro, ho avuto tante testimonianze di stima per il mio lavoro e tante belle recensioni. Ora finalmente ho deciso di parlare anche in questo blog del mio romanzo, dopo averne parlato altrove! Ecco, vi racconto di Appena dopo la pioggia... e poco prima del sole!

TRAMA

Esiste l'Impero del Cile? No, ma quei tre strani barboni - padre, madre e figlia - sono convinti di sì, sostenendo di far parte della Famiglia Imperiale del Cile caduta in disgrazia dopo un golpe che li ha deposti dal trono e costretti a fuggire in Europa. Probabilmente sono clandestini sudamericani con qualche rotella fuori posto... ma non perdono occasione, con nessuno, di rievocare i fasti e le gesta della dinastia imperiale e della vita di corte: specialmente il padre, l'Imperatore Juan Rodrigo Domingo XIII, racconta le sue storie con grande passione e si arrabbia particolarmente (minacciando) con coloro che non gli credono. L'Impero del Cile esiste, allora? Tom è un giovane volontario (ex scrittore fallito un po' bohémien) che nel corso del suo impegno in aiuto dei clochard romani s'imbatte nella bizzarra famiglia cilena e ne rimane affascinato e incuriosito. Ma non crede ai loro racconti e all'esistenza di questo fantomatico "impero" (ne avrebbe sentito parlare altrimenti). Finché non s'innamora di Stella, figlia degli Imperatori nonché erede al trono del Cile, e si vede costretto ad "assecondare" i sovrani, soprattutto il capriccioso Imperatore. Tra situazioni paradossali, equivoci e amore, Tom scoprirà che nella vita la cosa più importante è credere ai sogni, alla fantasia e alle cose che sembrano impossibili e dare meno spazio alla ragione e alla razionalità. Perché persino quelle cose che sembrano assurde... possono rivelarsi vere. Il cuore ha sempre ragione. Appena dopo la pioggia... e poco prima del sole è una sorta di favola moderna spiritosa, fantasiosa e un po' magica che vuol essere un elogio del sogno a discapito della ragione. Appena dopo la pioggia... e poco prima del sole è una storia d'amore tra due persone speciali e un po' particolari che nell'amore hanno trovato il significato della propria vita che li cambierà per sempre.







Un po' favola, un po' commedia degli equivoci. Una tenera, delicata storia d'amore. La ricerca di se stessi. La contrapposizione tra la classe privilegiata e il mondo, ricco di umanità, dei senzatetto, un mondo da scoprire. Questo romanzo è una sorta di favola moderna, una storia che con un sorriso è in grado di far riflettere sulla condizione difficile di centinaia di migliaia di persone emarginate che vivono in povertà, cui troppo spesso noi non prestiamo attenzione. Nel romanzo c'è l'umanità di un "popolo" che nonostante le difficoltà ha enorme dignità, voglia di fare e di reagire... tutto ciò contrapposto a un mondo di abbienti e altolocati senza anima i quali dimostrano, nella propria pochezza e aridità, quanto la reale ricchezza sia un valore che non è dato dal Potere o dal denaro. Il protagonista, Tom giovane idealista senza radici, in fuga da una madre opprimente e senza sentimenti, che dapprima cerca se stesso viaggiando in India, alla disperata ricerca del senso della sua vita, per poi ritrovarsi proprio nella sua città lavorando a contatto con i clochard, è il simbolo del riscatto di una società stanca dei falsi valori, ma affamata di quella purezza del vivere che si nasconde solo nelle piccole cose semplici. Come l'amore e l'umiltà. Un romanzo, quindi, come riscatto degli umili, "Epopea degli umili" come è stato definito nel corso di una presentazione, e una umanità fatta di piccole cose essenziali. Pertanto, un romanzo inteso quasi come "critica sociale" verso una società distratta, arrogante e superficiale. Ma anche e soprattutto una favola d'amore e su quanto amare possa cambiare le persone e aprire orizzonti insperati, dando il senso stesso a una vita. Una storia d'amore tra un volontario della Caritas e una barbona in un contesto reso ancora più particolare - semmai ce ne fosse stato il bisogno - dalle origini "Imperiali" di lei e della sua famiglia: in quanto Famiglia Imperiale del Cile, un impero mai esistito, da cui i nostri eroi sono convinti di provenire! Gettando lo scompiglio nelle stesse razionali convinzioni di Tom, perché nonostante l'amore che sente per la ragazza, la sua ragione gli dice chiaramente che questa cosa è assurda, ben consapevole che non esiste e non è mai esistito alcun Impero in Cile. Ma forse il nostro Tom è in errore. Tutto ciò capita quando si crede, erroneamente, che la ragione sia infallibile... eppure... il messaggio del romanzo è quello di credere alle cose assurde, di dare meno spazio alla razionalità: poiché la ragione non sempre ha ragione! Spesso qualcosa che ci pare assurda può rivelarsi più reale di quanto eravamo disposti a credere all'inizio! Il cuore non sbaglia e la ragione può dare segni di cedimento imprevisti trasformando il sogno in fatto reale. Questo romanzo esorta a credere nei sogni, di crederci fino in fondo anche se significa scontrarsi con una realtà che non concede spazio al sogno; bisogna imparare a mettere da parte la razionalità che ci abbaglia e ci inganna e avere il coraggio di mettersi in gioco! Le sorprese potrebbero essere molte! Appena dopo la pioggia... e poco prima del sole è un romanzo scorrevole, divertente e allegro che lascia al termine della lettura più di uno spunto di riflessione e forse la meraviglia di scoprire che la razionalità non è infallibile e che i sogni esistono davvero...


L'idea di questo romanzo nasce da un'immagine: cosa accadrebbe se un personaggio raccontasse una cosa assurda ma in maniera talmente convinta da farla sembrare reale e plausibile? Da qui ho iniziato a riflettere su quanto la realtà sia un qualcosa di relativo che può cambiare a seconda dei punti di vista! Ho pensato che spesso viviamo per anni con delle convinzioni credendo che siano assolute... per poi cambiare totalmente idea ad un certo punto e renderci conto che le cose possono essere diverse! Da questo spunto ho scritto il romanzo!


INFO PER ACQUISTARLO


Per comprare il mio romanzo mandatemi una mail:



Sarò felice di mandarvene una copia con dedica!

6 commenti:

Strawberry ha detto...

Beh che dire...complimenti!! Non sapevo fossi scrittrice...che emozione!! Brava brava brava! Ci faccio un pensierino...;-)

Silvia ha detto...

Ehehehehe, sì, sono una scrittrice! Grazie!!!! Quando decidi io sono qui!

;-)

Federica ha detto...

Io, come lettrice, lo consiglio!!

Ecco quella che fu la mia recensione:
http://unaciliegiatiralaltra.blogspot.com/2010/02/appena-dopo-la-pioggia-e-poco-prima-del.html

Sylvia-66 ha detto...

Io l'ho letto!!!! E recensito su Anobii!
Mia cara Silvia, sono molto felice che ti sia decisa a rompere il ghiaccio parlando della tua "creatura" nel tuo blog.

E che bella l'illustrazione nel post precedente! Complimenti, dunque, alla scrittrice (tu) ed alla disegnatrice (Chiara)!

Sylvia-66 ha detto...

(...ditino troppo veloce... pubblicato commento prima di aggiungere che...)
L'illustrazione in questo post, dedicata al tuo romanzo, mi piace molto, è perfetta. Rinnovo i complimenti.
Un abbraccio, mia cara Omonima Janeite!
(Che la forza di Zia Jane sia sempre con noi!)

Silvia ha detto...

@Federica: grazie! ^_^

@Sylvia-66: sì, finalmente ne ho parlato anche qui!!! Grazie!!!

;-)