E' verità universalmente riconosciuta che una fan di Jane Austen desideri diventare come un'eroina dei suoi romanzi!

venerdì 2 marzo 2012

Hugo Cabret e War Horse: due grandi registi per due grandi film!





Parigi anni Trenta, Hugo Cabret è un orfano che vive nella stazione ferroviaria di Montparnasse e si occupa di far funzionare gli orologi all'insaputa dei viaggiatori, nella sua solitudine coltiva un sogno: riparare un vecchio automa che aveva trovato suo padre prima di morire, il ragazzo infatti spera che riparandolo potrà ricevere un messaggio del genitore. Ad aiutarlo c'è una ragazzina, figlia adottiva di un misterioso venditore di giocattoli che lavora alla stazione... Il mistero che l'automa svelerà loro sarà l'inizio della più grande avventura che abbiano mai immaginato!

Questo è il Martin Scorsese che non ti aspetti e quando Scorsese gira un film diciamo "inaspettato" è sempre un capolavoro (come per L'età dell'innocenza): quando si mette a fare un film lontanissimo dal suo tipico genere cinematografico crea sempre un gioiello! Hugo Cabret è un film fantastico! Un film in cui c'è dentro poesia, magia e tanta voglia di sognare! E' un grande omaggio al cinema degli albori (sembra che in questo periodo il mondo del cinema senta il bisogno di omaggiare le sue origini) e soprattutto è un omaggio a uno dei pionieri della settima arte: Georges Méliès, il primo grande visionario del cinema, figura oggi forse poco conosciuta e che merita di essere riscoperta. La ricerca della verità da parte del piccolo Hugo è il desiderio di riportare alla luce vecchie memorie mai dimenticate a cui dobbiamo tanti dei nostri sogni! C'è una scena bellissima e visionaria in cui un treno deraglia all'interno della stazione e questo è un richiamo ad un fatto veramente accaduto nella stazione di Montparnasse nel 1895. Il cast è perfetto: dai due ragazzini al grande Ben Kingsley, fino a Sacha Baron Cohen nei panni di un intransigente Ispettore Ferroviario, bellissimi i cammei di Jude Law e di Christopher Lee. Questa incantevole Parigi anni Trenta mi ha affascinata e ho amato la scelta di Satie per la colonna sonora! Hugo Cabret è una bellissima fiaba sulla necessità di non smettere mai di sognare, una bellissima fiaba che racconta la più grande storia mai narrata: il cinema!

Voto: 8,5









Inghilterra, prima della Grande Guerra: nasce l'amicizia tra Albert e Joey, un'amicizia fatta di fiducia e affetto, il primo è un ragazzo che vive con i genitori in una fattoria, il secondo è un cavallo comprato per lavorare nei campi. Il puledro è forte ma ha anche un bel caratterino, il ragazzo saprà come conquistarsi la sua fiducia dando vita alla più incredibile delle amicizie... Un'amicizia che nemmeno la guerra potrà cancellare. Infatti allo scoppio del conflitto, Joey viene venduto ad un ufficiale e parte per il fronte e dopo mille peripezie sui campi di battaglia, lui - il cavallo del miracolo - riuscirà a ritrovare Albert, arruolatosi nel frattempo, e a riallacciare i fili di un'amicizia che niente avrebbe mai potuto strappare.

Tratto dal romanzo di Michael Morpurgo, War Horse è un film emozionante e commovente, su come le amicizie più incredibili siano quelle destinate a durare per sempre, è un film sulla guerra e sui suoi orrori infiniti, soprattutto sulla stupidità della guerra che costringe a stare l'uno contro l'altro individui che non sono diversi in niente e che non avrebbero ragione di entrare in conflitto tra di loro (emblematica la scena del soldato inglese e del soldato tedesco che insieme liberano Joey dal filo spinato in cui è imprigionato). Questo è il cinema di Spielberg: epico, grandioso, emozionante; le scene di battaglia sono incredibilmente reali, un grado di realismo che nessuno come il vecchio Steven riesce a raggiungere, i paesaggi sono sconfinati e diventano stati d'animo, persino il cielo che sia nuvoloso o al tramonto si presta per raccontare a modo suo le emozioni del film. Belle le musiche di John Williams, ottimo cast, eccezionale il cavallo che interpreta Joey: in certe sequenze ha uno sguardo carico di struggente consapevolezza. Un altro capolavoro nella filmografia di Spielberg!

Voto: 8,5

7 commenti:

Marco Goi (Cannibal Kid) ha detto...

per me due filmetti (e war horse davvero orribile) di due grandi ex registi :)

Silvia ha detto...

Il mondo è bello perché è vario!!!

;-)

Sara ha detto...

Hugo una vera dichiarazione d'amore al cinema, War Horse emozionante e non scontato.

Anonimo ha detto...

Non ho ancora avuto modo di vederli,ma sono molto curiosa!Per motivi diversi potrebbero essere dei grandi film..ti farò sapere cosa ne penso!:)
Holly

Silvia ha detto...

@Sara: sono d'accordissimo!

@Holly: ti piaceranno, ne sono certa! Poi fammi sapere che ne pensi!

Vele Ivy ha detto...

Quando ho visto al cinema il trailer di Hugo Cabret mi sono innamorata, mi ha affascinata tantissimo, soprattutto per l'ambientazione. Però ho visto che lo danno in 3D e quindi non posso sfruttare il mio abbonamento al cinema :-(
Sai che ti dico? Lo prenderò in DVD... mi fido troppo delle tue recensioni, e nostri gusti sono davvero affini! In settimana ho visto in Feltrinelli il DVD di Jane Eyre (l'ultimo uscito) e memore del tuo post l'ho preso subito! Non l'ho ancora visto, ti farò sapere... ma qualcosa mi dice che piacerà anche a me!!

Silvia ha detto...

@Vele Ivy: sì, anch'io sono rimasta incantata dal trailer! Sì, allora aspetta il dvd, tanto uscirà presto! Wow, Jane Eyre!!! Hai fatto bene a comprare il dvd: è un film travolgente, lo adorerai, ne sono certa!!!

;-)