E' verità universalmente riconosciuta che una fan di Jane Austen desideri diventare come un'eroina dei suoi romanzi!

lunedì 12 giugno 2017

Chiamatemi Anna



Inizio Novecento, Marilla e Matthew Cuthbert - due anziani fratelli che non si sono mai sposati - vivono ad Avonlea, nell'Isola del Principe Edoardo in Canada; i due aspettano dall'orfanotrofio l'arrivo di un ragazzo che possa aiutare Matthew nel lavoro nei campi, ma per un equivoco invece di una ragazzo arriva una ragazzina: Anna Shirley. Anna è una giovane dalla fervida immaginazione, piena di vita, logorroica e bravissima nel cacciarsi nei guai. Nonostante l'iniziale diffidenza di Marilla e i pregiudizi dell'intera comunità nei suoi confronti, Anna con la sua voglia di vivere e soprattutto con il suo grande cuore riuscirà a conquistare tutti.

Miniserie in 7 puntate targata Netflix, Chiamatemi Anna è tratta dal romanzo Anna dai capelli rossi di Lucy Maud Montgomery, uno dei grandi classici della letteratura per ragazzi. Ambientata tra gli incantevoli paesaggi dell'Isola del Principe Edoardo in Canada, Chiamatemi Anna racconta ancora una volta la storia della vulcanica e sognatrice orfana dai capelli rossi che piomba nella routine di due anziani fratelli e riesce a cambiare per sempre le loro vite. Dopo un passato di sofferenza e il dolore di non aver mai avuto una vera famiglia, quando Anna arriva a Green Gables sente finalmente di aver trovato la sua famiglia e il luogo in cui essere amata ed essere felice. Se Matthew si affeziona fin da subito ad Anna, Marilla ci mette più tempo ad abbassare le difese e a riconoscere in quella bizzarra ragazzina colei che riuscirà a portare la gioia nella vita arida e carica di rimpianti di Green Gables.
In un certo senso, se Anna è un'orfana e la sua vita è sempre stata all'insegna della solitudine (questo l'ha portata a sviluppare una grande immaginazione che le fa sognare di essere la principessa Cordelia), anche Marilla e Matthew vivono una vita solitaria fatta di duro lavoro e amarezza: entrambi rimpiangono gli amori ai quali hanno dovuto rinunciare da giovani; così i due fratelli quasi senza rendersene conto vivono una vita grigia e triste: come Anna non hanno mai avuto una vera e propria famiglia. L'arrivo di Anna ad Avonlea riuscirà a colmare il bisogno di affetto e di famiglia di entrambe le parti. Inoltre, con il suo spirito di iniziativa e il suo altruismo, Anna piano piano saprà abbattere i pregiudizi della gente nei suoi confronti e conquistarsi la stima e l'affetto di tutti, a cominciare dalla sua migliore amica Diana.
Il tema centrale di questa miniserie è che talvolta ciò che nasce come un imprevisto, come un equivoco, può davvero cambiare la vita delle persone in meglio! Come il sorprendente arrivo di Anna cambia la vita dei Cuthbert e dell'intera comunità, allo stesso modo bisogna saper accettare i cosiddetti imprevisti della vita senza pregiudizi... ma riuscendo ad accoglierli quali nuove opportunità.

Chiamatemi Anna è una miniserie bellissima! Girata benissimo e con un cast assolutamente perfetto: a cominciare dalla giovane protagonista! Meravigliose le location e belli i costumi. Infine, la sigla è un piccolo capolavoro!
Chiamatemi Anna è un altro grande prodotto di Netflix, il quale sa riportare in auge una delle vicende più appassionanti della letteratura per ragazzi. Dal momento che la serie si chiude con un finale che viene volutamente lasciato in sospeso... la speranza è che la seconda stagione venga confermata al più presto!

Voto: 8

1 commento:

Mariarca Portente ha detto...

Sia il romanzo che la serie sono due piccoli capolavori. Recentemente mi sono data alla lettura dei seguiti di Anna dai capelli rossi, scoprendo altri aspetti di questa ragazzina fantastica che spero verranno riportati nelle prossime stagioni della serie.