E' verità universalmente riconosciuta che una fan di Jane Austen desideri diventare come un'eroina dei suoi romanzi!

giovedì 20 novembre 2014

Angel - La vita, il romanzo



Inghilterra, inizio Novecento. Angel Deverell è una giovane dalla fervida immaginazione che sogna di sfuggire alla grigia realtà delle sue umili origini per diventare una famosa scrittrice. Ben presto, grazie al successo dei suoi romanzi, diventerà la regina del feuilleton e potrà ottenere tutto ciò che ha sempre desiderato: la fama, vivere nella splendida tenuta di Paradise House e sposare l'affascinante pittore Esmé. Ma scoprirà amaramente che la vita reale non è un romanzo...

Film del 2007 di Francois Ozon tratto dal romanzo del 1957 di Elizabeth Taylor (si tratta di un'omonima!) con Romola Garai e Michael Fassbender, Angel - La vita, il romanzo ha per protagonista uno dei personaggi più indisponenti e poco simpatici della storia della narrativa! Sì, perché Angel è un'egocentrica e a tratti egoista ragazza di provincia, senza particolari qualità o meriti, che ha la sola fortuna di possedere una fantasia così illimitata da consentirle di scribacchiare quattro scemenze che la faranno diventare una celebrata scrittrice. Senza un briciolo di umiltà, dai gusti grossolani ed eccessivi, riuscirà facilmente a farsi strada nel mondo, benché il suo sia un mondo pieno di illusioni; è infatti Angel stessa la vera protagonista dei suoi romanzi, quei feuilleton pieni di amori assoluti, svenimenti e sospiri che l'autrice scrive su carta e pretende di vivere in prima persona, ma trattandosi di una creatura reale e non di carta finirà per scontrarsi drammaticamente con la realtà (come la guerra e il tradimento), realtà a cui non saprà opporsi... finendo per mandare in frantumi quella falsa vita cartacea che funziona bene solo con le eroine dei libri. Quando Angel si sveglierà dai suoi sogni e si renderà conto dell'illusione e della bugia della vita che ha vissuto sarà ormai troppo tardi...

Questo film è un feuilleton cinematografico a tutti gli effetti, nell'accezione meno onorevole del termine: trattandosi di un melodramma pieno di passioni assolute, litigi e riconciliazioni, tradimenti, lacrime e tragedie! Fin troppe tragedie. Questo per rendere ancora più romanzesca la maschera di Angel: autrice e protagonista della propria commedia. La Garai è brava nel ruolo di Angel, indisponente e irritante al punto giusto, bravo anche Fassbender. Belli i costumi di Angel: spesso eccessivi e coloratissimi, che quasi contrastano con i toni inquietanti dei quadri di Esmé; costumi, inoltre, fuori moda rispetto all'epoca di ambientazione, ma efficaci per mostrare la dimensione fuori dalla realtà in cui è immersa.

Angel - La vita, il romanzo è un film discreto: senza particolari emozioni, non brutto ma neanche bello... discreto! Con una protagonista non molto simpatica e una trama corredata da drammi non si poteva chiedere di più...

Voto: 6,5

2 commenti:

Vele Ivy Di Colorare ha detto...

Non conoscevo la storia di questa Angel, ma mi sta già simpatica leggendo la tua recensione. E poi il genere feuilleton mi piace un sacco! ;-)

Silvia ha detto...

Ahahahahahah, allora ti consiglio questo film!!!!

;-)